Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Il Rigoletto che rispetta Piave e Verdi

di Gabriele Isetto Lunghi e meritati applausi, anche a scena aperta, per il ritorno del Rigoletto di Giuseppe Verdi che mancava dal 2017 al Teatro Carlo Felice di Genova con la regia di Rolando Panerai, ripresa da Vivien Hewitt e che ha entusiasmato gli spettatori in tutti i suoi aspetti. Il maestro Jordi Bernàcer ha diretto con passione l’Orchestra del Carlo Felice dando risalto ed evidenziando con forte slancio i momenti salienti della partitura, specialmente nel terzo atto durante la scena della tempesta. Come di consuetudine anche stavolta si è distinto il Coro del Teatro Carlo Felice sotto la guida impeccabile di Francesco Aliberti. Da sottolineare in questa messinscena la presenza di alcuni danzatori (Isabella Berti, Sara Foglia, Gabriele Fornaciari, Francesco Gerbi, Varvara Lobanova, Erika Melli, Samuel Moretti, Ariel Aurora Ogle e Alessia Russo), fondamentali nel primo atto durante la ballata del Duca di Mantova «Questa o quella per me pari sono» che si sono ben esibiti sulle c

Ultimi post

Roméo et Juliette: un ottimo cast ma una bruttissima regia

Più che un malato immaginario, un malato confusionario

Minchia signor tenente: in ricordo di Falcone e Borsellino

Zio Vanja: la scenografia al servizio delle parole

Il fantasma di Canterville rivive in uno spettacolo itinerante

Successo per l’Enrico IV di Pirandello nell’anno del centenario

Le innovazioni registiche di Davide Livermore non hanno stravolto la Manon Lescaut di Puccini

Risate assicurate con Enzo Decaro in Non è vero ma ci credo di Peppino De Filippo

Eduardo De Filippo e Nino Rota: due grandi nomi per un’opera lirica

Ditegli sempre di sì: in scena il dramma della pazzia