Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Un eterno Plácido Domingo illumina il Nabucco al Teatro del Maggio

di Gabriele Isetto
Per la terza volta il Nabucco di Verdi con la regia di Leo Muscato torna sul palcoscenico del Teatro del Maggio di Firenze. Oltre ad alcune cambiamenti legati alle norme anti-covid, come ad esempio il coro che durante tutta l’opera è costretto a usare la mascherina o ad indossare un solo costume di scena, non si perde comunque il grande valore dello spettacolo. Stella della serata il grandissimo nome di fama mondiale che ha interpretato il protagonista ricevendo numerosi e scroscianti applausi: Plácido Domingo. L’interprete non ha certo bisogno di presentazione e anche stavolta ha dimostrato tutto il suo carisma e la sua bravura, da sottolineare è il cambio di registro vocale che ha fatto nel tempo infatti nasce come tenore ma adesso è un eccellente baritono.

Come sempre Lorenzo Fratini guida il virtuoso Coro del Maggio che in Nabucco ha un ruolo fondamentale, è uno dei protagonisti, ricevendo quasi due minuti di applausi dopo l’esecuzione del Và pensiero, mentre Paolo…

Ultimi post

Dracula sta arrivando...in un musical!

Al Teatro del Maggio torna La rondine di Krief

Madama Butterfly: la mancanza d’amore annienta la donna e la natura

Grande successo per Tosca a Torre del Lago Puccini

Ci sono giorni che non accadono mai: la realtà dell’illusione

Presentato a Livorno il primo Festival dedicato a Pietro Mascagni

Grandi nomi per la nuova stagione del Teatro del Maggio di Firenze

Gianni Schicchi al tempo del covid-19

Sondaggio: Io e il teatro

L'Arena di Verona non resterà al buio